L'effetto della conoscenza sulla percezione dell'obesità da parte degli operatori sanitari

Conoscere l’obesità può ridurre lo stigma verso questa condizione cronica?


Tra le strategie studiate per ridurre lo stigma sociale verso l’obesità é stata utilizzata quella di aumentare le conoscenze dell’obesità stessa.


I risultati però sono stati contrastanti e si possono suddividere in quelli che hanno trovato un miglioramento negli atteggiamenti verso l’obesità, e persone con obesità, e quelli in cui invece L’ aumentare le conoscenze non era associato a un miglioramento negli atteggiamenti.


Un recente studio (1) conferma questa seconda ipotesi.
372 operatori sanitari di diverse discipline hanno compilato l’ATOP (una scala che misura gli atteggiamenti verso le persone con Obesità) e la ORK-10 (una scala che misura le conoscenze che la persona ha sull’obesità).
I professionisti della salute che hanno compilato i questionari erano medici in formazione, farmacisti, dietiste, studenti di medicina , operatori socio sanitari, assistenti di sala operatoria, ecc.
I risultati hanno evidenziato un punteggio simile nell’ATOP nelle diverse figure professionali con una differenza di genere che vede atteggiamenti migliori nelle donne rispetto agli uomini.
Il dato interessante é una mancanza di correlazione tra conoscenza dell’obesità e i livelli di Pregiudizio.


La conoscenza dell’obesità quindi non porta necessariamente a una riduzione dello stigma verso l’obesità.


Sebbene lo studio presenti dei limiti come per esempio l’utilizzo di due soli questionari, omissione di risposte, impossibilità di vedere se atteggiamenti negativi portano a una peggiore qualità di cura; si può concludere nel sottolineare l’importanza di studiare strategie efficaci per la riduzione dello stigma basato sul peso sia nell’ambiente sanitario che in quello non sanitario.


L’ipotesi che conoscere l’obesità non è protettivo verso gli atteggiamenti negativi verso questa condizione e chi ne é affetto (sebbene, visti i risultati contrastanti della ricerca, questo sia un aspetto che necessita di ulteriori approfondimenti e una metodologia di ricerca più forte) offre una visione della complessità e bisogno di ricerca verso questo aspetto debilitante, anche se spesso ignorato, dell’obesità.


I pregiudizi potrebbero essere così diffusi e socialmente accettati che anche conoscere la complessità dell’obesità potrebbe non bastare a proteggerci da questi.


Oltre a una corretta informazione sull’obesità e ciò che rende difficile per una persona perdere e mantenere il peso, é importante fare molta informazione sullo stigma verso questa condizione insegnando cosa é, come si manifesta, perché é così diffusa e gli effetti negativi a livello psicologico, fisico e sociale che può causare.


Inoltre é importante che ogni professionista della salute si interroghi con curiosità e in modo costruttivo sui propri atteggiamenti perché il rispetto è un ingrediente fondamentale nella gestione della persona con obesità.

The effect of knowledge on healthcare professionals' perceptions of obesity

Thazin Wynna, Nazrul Islama, Charlotte Thompsona, Khin Swe Myinta