Giornata di Sensibilizzazione verso i
Disturbi del Comportamento Alimentare
(DCA)

Nella giornata di sensibilizzazione verso i disturbi del comportamento alimentare (DCA) un aspetto spesso trascurato é lo stigma associato a queste malattie e a chi ne é affetto.


Non solo l’obesità, ma anche l’anoressia nervosa, la bulimia nervosa e il disturbo da Binge Eating possono essere visti non come malattie, ma come debolezza e capriccio.


Nei disturbi del comportamento alimentare può essere attribuita grande responsabilità a chi ne é affetto e quindi “ ma non si vede?”, “ma se mangiasse di meno”, “ma se mangiasse di più”, “così fa morire di dolore i suoi famigliari e sembra non le importi niente “ sono frasi che trasmettono colpa e giudizio.


Inoltre la colpa spesso é data anche ai famigliari, ed é comune sentire parlare ancora di colpa della madre, o padre assente, nello sviluppo di un DCA o guardare la famiglia come unica e sola responsabile della condizione di sovrappeso od obesità dei figli.


In realtà, come tutte le condizioni multifattoriali, non c’è una causa o un colpevole, ma un insieme di fattori che creano la tempesta perfetta.


Bisogna conoscere i DCA e l’obesità., bisogna conoscere queste malattie a 360 gradi e capirne il funzionamento e mantenimento.


Come tutte le cose complesse richiedono attenzione, studio e pazienza.
E quando guardiamo e parliamo con chi soffre di un disturbo del comportamento alimentare il peso da curare non é solo quello corporeo, ma anche quello della sofferenza che queste malattie creano una sofferenza che pesa indipendentemente da quello che dice la bilancia.