Non perdiamo la testa a causa dello stigma
basato sul peso

L'obesità è le persone affette da questa condizione sono spesso rappresentate dai media in modi stereotipati (per esempio mentre mangiano grandi quantità di cibo, sdraiati sul divano ecc...). Un altro modo di rappresentare le persone con obesità é quello di non rappresentare la persona nella sua interezza, ma concentrarsi su parti del corpo (addome, glutei, fianchi ecc.).


Basta digitare su google immagini i termini "Obesitá" od "Obesity" e guardare.
Spesso assistiamo a una vera e propria disumanizzazione della persona che raggiunge il suo culmine nel rappresentare chi é affetto da obesità senza testa.


Il ruddcenter di Rebecca Puhl, tra le maggiori esperte di stigma e obesità, da qualche anno offre all'indirizzo http://www.uconnruddcenter.org/image-library una galleria di immagini rappresentanti uomini e donne con obesità in modo non stereotipato.


Utilizzare, a partire da noi professionisti della salute, queste immagini nelle notizie che scriviamo sull'obesità, nelle slide durante i convegni o quando qualche giornalista ci intervista sull'argomento e poi pubblica l'articolo é un dovere e un tassello importante da aggiungere al complesso puzzle che é l'obesità.


Il rispetto verso la persona e la condizione di cui é affetto parte anche da queste attenzioni.


Non facciamo in modo che la perdita della testa sia un altro fattore di rischio per chi é affetto da obesità.